imperfezione-cover

“Imperfezione”

buy now

released: april 2015
length: 47:18

Imperfezione

share on facebook

track list

01. concerto per 5:23
02. il confine tra me e te 3:55
03. imperfezione 4:50
04. occhi d’oro 4:43
05. illumina la notte 4:11
06. skaters 5:40
07. parentesi 4:52
08. promemoria 4:26
09. estate 2:57

singles

promemoria-cover

“Promemoria”

buy now
released: november 2012

confine-tra-me-e-te-cover

“Il confine tra me e te”

buy now
released: april 2013

estate-cover

“Estate”

buy now
released: october 2013

album credits

All lyrics and music written by Meg.
Except on: “Il confine tra me e te” music by Meg and Umberto Nicoletti.
“Parentesi” music by Meg and Mario Conte. “Estate” music by Bruno Martino, lyrics by Bruno Brighetti.

Produced by Meg & Mario Conte. Except  “Skaters” & “Estate” produced by Meg. “Imperfezione” additional production by Digi G’Alessio.

Meg’s voice recorded by Mario Conte at KML Studio,
except on “Imperfezione” recorded by Meg at Secret Garden by Mario Conte at KML Studio, by Jake Lummus at Grand Street Recording.
“Promemoria” recorded by Carlo U. Rossi at Transeuropa Home.
“Il confine tra me e te” recorded by Mario Conte at la Cueva recording house.
“Skaters” recorded by Mario Conte at KML Studio, by Meg at Secret Garden.
Brass on “Concerto per” and “Estate” recorded by Mario Conte at Punto Rec Studios.
Brass recording supervisor: Marco Benz Gentile.
Pro Tools Engineer: Cristian De Maestri.
Brass players on “Concerto per” and “Estate”:
Gianpiero Lo Bello (trumpet, flugelhorn), Enrico Allavena (Trombone, Tuba),
Pierluigi Filagna (French Horn).
Mixed by Mario Conte at Grand Street Recording,
Mix assistant: Jake Lummus
Except: “Promemoria” and “Il confine tra me e te” mixed by Mario Conte at La Cueva Recording House with Red Carpet gear, mix assistant: Marco Caldera.

Mastered by Mike Marsch at The Exchange.
Music Publishing: Warner Chappell Music Italiana and Bluluz, except “Estate”: Universal Music Publishing.
Management: Marco Conforti at Casi Umani.
Press Office: Paola Conforti at Casi Umani.

Artwork: Leta Sobierajski.
Photos: Scottie Cameron.
Make up: Ashleigh Ciucci.

lyrics

Concerto per

(Maria Di Donna)

Ancora dorme la città
Da qui posso abbracciarla
Un altro giorno inizia già
Ancora non svegliarla

Si riscaldano gli strumenti metropolitani
Rombano i motori
Moto come tamburi
Clacson come ottoni
Ronzano i condizionatori
Tagliano l’aria gli aerei come sintetizzatori

E mentre tu hai gli occhi chiusi ancora
Il concerto inizia già

Scandiscono la marcia all’unisono
I piedi di un esercito metropolitano
Anime che scalpitano e vibrano
Al ritmo di uno stop and go del semaforo

Intere latitudini viaggiano
Insieme nei vagoni
Infinite note convivono
Più che in setticlavi
Battono sempre più forte i cuori
Come orchestre tribali
Gridano i venditori
Come trombe in assoli

E poi mentre un treno è già partito
Ecco un altro arriva già

Scandiscono la marcia all’unisono
I piedi di un esercito metropolitano
Anime che scalpitano e vibrano
Al ritmo di uno stop and go del semaforo

L’asfalto diventa una dancehall
Non resisto mi ci tuffo dentro
Non so più da dove vengo
Né il paese a cui appartengo
Non si ferma più il concerto
Pioggia, neve, sole o vento

Scandiscono la marcia all’unisono
I piedi di un esercito metropolitano
Anime che scalpitano e vibrano
Al ritmo di uno stop and go del semaforo

drums programming and processing, bass, synthesizers, beatbox, toy-drum recording: Meg
drums programming and editing, sounds: Mario Conte
additional drums programming, sounds: Digi G’Alessio
Brass written and arranged by Meg
Brass orchestrated by Marco Benz Gentile

 

Il confine tra me e te

(Maria Di Donna, Umberto Nicoletti)

Ho le lacrime
Nascoste negli occhi
E il mio cuore trema
Il mio cuore trema
Come farò ad affrontare tutto questo?
E soprattutto mi chiedo: ce la farò?

Dormo sveglia
E cerco ancora
Il confine tra me e te
Ho ricominciato da poco
Ad andare a scuola
Capisco tante cose
Le capisco solo ora

Ed ora sono le cose più preziose che so
E nonostante tutte le paure in me
Prevale la gioia

Finalmente lacrime di gioia
Cadono dagli occhi coraggiose
No non si nascondono più
Lacrime di gioia
Petali d’un fiore che si schiude
Sarà quest’aria di primavera
Che tutto illumina di luce chiara
Sarà ….

Sarà che così felice
Non lo sono stata mai
In tutta la mia vita
E nonostante i lampi i tuoni
e le tempeste all’orizzonte
Prevale la gioia

Finalmente lacrime di gioia
Cadono dagli occhi coraggiose
No non si nascondono più
Lacrime di gioia
Petali d’un fiore che si schiude
Sarà quest’aria di primavera
Che tutto illumina di luce chiara
Sarà ….

drums programming, bass, synths: Meg Mario Conte
drums programming, synths: Mario Conte
additional drums programming and field recording: Godblesscomputers

 

Imperfezione

(Maria Di Donna)

Oggi ho capito
Oggi ho capito che
Ciò che amo
Ciò che amo più di te
È la tua mirabile imperfezione

Oggi ho notato
Oggi ho notato che
Ciò che mi fa più morire di te è
La tua irresistibile imperfezione

Se io ti amo
Ti amo sai perché
L’amore ama solo cose imperfette
Non sai che noia la vita sarebbe
Se tu non fossi il re dell’imperfezione

Se ogni difetto è narrazione
Ore ed ore resterò ad ascoltare
Se ogni cicatrice è memoria
Raccontami una volta ancora questa storia

Imperfezione
La mia passione

Imperfezione

Le tue occhiaie
La tua pancia
Le tue rughe
La tua intermittenza
Le tue ossessioni creano dipendenza
Delle tue paranoie non posso più viver senza

Oggi ho capito
Oggi ho capito che
Ciò che amo
Ciò che amo più di te
È la tua mirabile imperfezione

Imperfezione
La mia passione

drums programming and processing, bass, synths: Meg
additional drums, programming, additional synths, editing: Mario Conte
drums programming, samples, sounds: Digi G’Alessio

 

Occhi d’oro

(Maria Di Donna)

Se io sto con te questa è la mia città
Se io sto con te non ho più nostalgia
Se io sto con te qui ed ora
Non so più che farmene della paura

Occhi d’oro
Paesaggio lunare
Sconcertante splendore
Di creatura in fiore

Luce corallina
Haiku giapponese
Cartone animato
Dalle mille imprese

Mi prendi la mano me la stringi piano piano
E improvvisamente io mi accorgo che

Se io sto con te questa è la mia città
Se io sto con te non ho più nostalgia
Se io sto con te qui ed ora
Non so più che farmene della paura

Eroiche gesta
In un mondo in miniatura
Corse a perdifiato
Felicità pura

Fermiamo un taxi
Andiamo a Central Park
Raccogliamo foglie
Colorate di gioia

Guardiamo insieme l’orizzonte illuminato
E improvvisamente io mi rendo conto che

Se io sto con te questa è la mia città
Se io sto con te non ho più nostalgia
Se io sto con te qui ed ora
Non so più che farmene della paura

beatbox, drums programming, bass, synths: Meg
drums programming, synths, editing: Mario Conte

 

Illumina la notte

(Maria Di Donna)

Il tuo nome prezioso
Illumina la notte
Attraverso il tuo sguardo rivivo
Ogni cosa per la prima volta
Ogni cosa ha un sapore nuovo

Mentre dormi qui al mio fianco
Il nome tuo risplende
Attraverso il tuo respiro rivivo
Ogni cosa per la prima volta
Ogni cosa ha un colore nuovo

E per la prima volta so
Cosa vuol dire quella parola
Che a pronunciarla viene da ridere
insieme a un nodo in gola
Quella parola che a furia di essere
Pronunciata da tutti
Potrebbe per alcuni
Essere vecchia e consumata

Eppure…

Brilla, brilla ancora
E risuona inalterata
Dilla, dilla ancora
Ogni cosa ne è illuminata

drums programming, bass, synths: Meg
drums programming, additional synths: Mario Conte
intro beats programming: Umberto Nicoletti

 

Skaters

(Maria Di Donna)

Nell’ora del tramonto
Arrivano gli skaters
A ricordarmi che volare si può
Metti un buon paio di ginocchiere
E se cadi tirati su
Non è più tempo di temere il vento
Lasciati andare giù

Faccio cadere le ultime due lacrime
In un bicchiere
Per assaporare ancora
Ciò che ero fino a poco fa
Ma ora

È tempo ormai di smettere
i vestiti che non vanno più

L’unico modo che conosco
Di predire il mio futuro
È d’inventarlo poco a poco
Improvvisandoci su
Abbracciamo il rischio di sbagliare
E insieme ci ridiamo su
Non posso più essere felice ormai
Se non lo sei anche tu

È tempo ormai di smettere
i vestiti che non vanno più

drums programming & editing, bass, synths: Meg
drums programming: Godblesscomputers
drums editing, additional synths: Mario Conte

 

Parentesi

(Maria Di Donna, Mario Conte)

Non aprire troppe parentesi
Non ho più tempo di aspettare
La sera niente buoni propositi
Se no poi non riesco più a dormire

Io sono in missione
Come un esploratore
Come un avventuriero
Come un’agente speciale

Il mio percorso è sotterraneo
Non mi vedi ma ci sono
Se non parlo sono
Solo suono

Non so questo viaggio
Dove mi sta portando
Se tu lo sai non dirlo
Io mi sto divertendo

Questo percorso è misterioso
Vado avanti mai a ritroso
Se non penso sono
Solo suono

Questo percorso è sotterraneo
Non mi vedi ma ci sono
Se non parlo sono
Solo suono
Sono solo suono

Non parlarmi ancora di nemesi
Non è il momento di soffrire
Suonami ancora pezzi ballabili
Felice me ne andrò poi a dormire

bass, synths, additional drums programming, samples: Meg
drums programming, synths, bass: Mario Conte

 

Promemoria

(Maria Di Donna)

I tuoi puntini sospensivi
Pesano più di mille versi
Strofe immobili
Non sembrano silenzi
Ma racconti segreti
Ho le vertigini
Sento solo brividi
Se tu mi guardi così
Così, sì

Più forte mi batte il cuore
Se penso a quanto bene
La vita mi ha voluto regalare
… Te

Se unisco i nei sulla tua pelle
Ottengo le costellazioni
I tuoi occhi
Due universi
Dai raccontami
Tutti i tuoi segreti
Dammi le vertigini
Sento solo brividi
Se tu miguardi così
Così, sì

Più forte mi batte il cuore
Se penso a quanto bene
La vita mi ha voluto regalare
… Te

drums programming, bass, synths: Meg
drums programming, synths: Mario Conte

 

Estate

(B. Martino, B. Brighetti)

Estate
Sei calda come i baci che ho perduto
Sei piena di un amore che è passato
Che il cuore mio vorrebbe cancellare

Odio l’estate
Il sole che ogni giorno ci donava
Gli splendidi tramonti che creava
Adesso brucia solo con furor

Tornerà un altro inverno
Cadranno mille petali di rose
La neve coprirà tutte le cose
E il cuore un po’ di pace troverà

Odio l’estate
Che ha dato il suo profumo ad ogni fiore
L’estate che ha creato il nostro amore
Per farmi poi morire di dolor

Odio l’estate

synth solo: Meg
brass written and arranged by Meg & Marco Benz Gentile
brass orchestrated: Marco Benz Gentile